Narrazioni sensibili

Narrazioni Sensibili

NARRAZIONI SENSIBILI
Scoperte di senso e racconti della fragilità nelle valli Giudicarie.
Laboratorio territoriale di ascolto, incontro e storytelling sul tema della fragilità.

Un percorso rivolto alla classe Prima dell’Università Popolare Trentina – Scuola delle Professioni per il Terziario di Tione.
Con la supervisione della prof.ssa Michela Giovanelli e la collaborazione della prof.ssa Gabriella Zanetti.

ottobre 2017 – febbraio 2018

NARRAZIONI SENSIBILI > laboratorio

CHI SIAMO
Collettivo Portobeseno + Gruppo Come ti suona
Progetto, laboratorio e coordinamento artistico: Sara Maino
Assistenti di laboratorio: Stefania Formisano, Gioele Maiorca
Web project e archivi digitali: Davide Ondertoller

Comunità delle Giudicarie e UPT – Scuola delle Professioni per il Terziario di Tione presentano un progetto laboratoriale di “Narrazioni sensibili” rivolto agli studenti della classe Prima.

Un percorso laboratoriale ideato per scoprire e raccontare la comunità attraverso voci ed esperienze di vita vissuta, in collaborazione con enti che organizzano servizi a sostegno della fragilità e della disabilità per adolescenti e preadolescenti, adulti e persone anziane.

NARRAZIONI SENSIBILI > laboratorio

Il laboratorio si svolge in undici incontri e si focalizza sull’educazione all’ascolto attraverso l’allenamento sensoriale, la registrazione di suoni ambientali in cui si usa una particolare capacità di attenzione e uno sguardo creativo, la formazione in ambito sociale, la ricerca e la realizzazione di interviste.

Narrazioni Sensibili

Scopo della ricerca è raccogliere insieme alle allieve e agli allievi diverse testimonianze sul tema della fragilità presso alcuni centri delle Valli Giudicarie, per valorizzare l’esperienza dell’incontro e narrarne le storie. Il percorso mira a sviluppare competenze sociali e civiche, tecnologiche e digitali. Al termine delle attività previste per i primi mesi del 2018, gli studenti presenteranno e condivideranno al pubblico l’esperienza di ricerca maturata in uno storytelling.

ARCHIVI (in allestimento)

Schermata 2017-11-23 a 16.23.03

 

Visualizza a schermo intero

Archivio sonoro NARRAZIONI SENSIBILI
Archivio fotografico NARRAZIONI SENSIBILI

Tutti i contentuti pubblicati sono rilasciati con licenza Creative Commons, puoi condividere e utilizzare tali contenuti citando la fonte. Non sono permessi usi commerciali.
Per informazioni scrivere a info@portobeseno.it .

001_IMG_1093

CON IL SOSTEGNO DI

Comunità delle Giudicarie

UPT Scuola delle Professioni per il Terziario di Tione

IN COLLABORAZIONE CON
Cooperativa sociale L’Ancora – Centro di Tione
Cooperativa sociale Il Bucaneve – Centri di Storo e Bersone
Apsp Pinzolo – Centro residenziale “Abelardo Collini”

Narrazioni Sensibili

Annunci

Pentaprisma in concerto

2 interno volantino-1
MUSICHE NON CONVENZIONALI ALLA PISCINA
venerdì 2 settembre ore 19.30
area snack bar
Piazza G. Dalla Chiesa 1
Levico Terme

PENTAPRISMA
guitar el bass keyboards flute drums voice songwriter music

Formatosi a metà degli anni ’90 e dopo aver cambiato più volte nome ed elementi, da qualche anno questo gruppo sembra aver trovato una sua stabilità nelle persone di:

Lorenza Marzari – Tastiere
Luca Bassi – Basso elettrico
Nicoletta Cretti – Flauto traverso
Emilio Dalponte – Batteria
Ezio Bresciani – Chitarra

a cui si aggiunge l’apporto letterario di
Sara Maino
creatrice di alcuni testi e voce recitante

Il pentaprisma è un dispositivo inserito nelle macchine fotografiche reflex atto a raddrizzare l’immagine che si sta riprendendo, così, in alcuni brani, anche questo gruppo vuole dare una nuova visione della realtà circostante.
Le musiche, perlopiù a opera di Lorenza, sono in generale l’incontro di ritmiche rock e linee melodiche tendenti più verso il classico.
POSTER DEFINITIVO clean

Uova e formentom, fanzelto e poesia

locandina fanzelto_3

venerdì 7 agosto 2015 ore 18.00
Malga Valli, Terragnolo

Uova e formentom
fanzelto e poesia

di e con Michelangelo Spagnolli, Sara Maino e Marco Lando
voce Elisa Da Costa
chitarra Matteo Franchini
regia Sara Maino

Coniugare la poesia con il cibo, non solo nei ricordi ma nella memoria capace di cogliere il pane di oggi e di domani…

Pentaprisma in concerto

domenica 2 agosto 2015 pre 18
Bar Ristorante Malga Granda 1.600 m.
loc. Panarotta Pergine Valsugana

PENTAPRISMA IN CONCERTO

POSTER DEFINITIVO Pentaprisma

in compagnia di un gruppo rock “paleolitico”, come esso ama definirsi,
mi piace scandire le mie poesie
per orecchie fini ad altezze nobili!

Simple love – Norvegia

Sara Maino. Simple Love ‘for long-lasting affections’
curated by Tanushree Biswas
Trondheim, Norway, 14-23 August 2013

It is a multisensorial performance poetry act in 5 chapters which will involve audience participation. Sara Maino calls it ‘A kind of restoration of the sensorial relationship of the people with the city.’ In other words Sara talks about using our senses to reconnect with and simply love where we are.

Simple Love

Performances in Trondheim:
Bokbar (Antikvariatet) 18 August 18 hrs – guarda le FOTO
Annas Kafé 20 August 18 hrs
Ila Brainnstasjon 21 August 17 hrs

Facebook events (click links above)

Simple love

Poesia cava. Cammino in tre tempi nel grigio perla

locandina poesia cava

Il Comune di Terragnolo organizza

sabato 3 agosto 2013 ore 17.00
Cava “Val Giordano” Terragnolo, alt. 1200 m

POESIA CAVA
Cammino in tre tempi nel grigio perla

da un’idea di Sara Maino e Michelangelo Spagnolli

Voci Elisa Da Costa, Marco Lando, Giovanni Vettorazzo
Testi Michelangelo Spagnolli, Marco Lando, Sara Maino
Violoncello Matteo Bertamini
Regia/Performer Sara Maino

Poesia cava è un cammino in tre tempi per addentrarsi nel cuore della pietra grigio perla della Cava Val Giordano. Abbandonata negli anni Ottanta, la cava è situata a monte della strada provinciale che porta al Passo della Borcola (q. 1200 m circa).

Un cammino attivo per riavvicinare gli umani alle rocce, alle pietre, ai minerali. Tracce che ci abitano, come ricordi, che abitiamo quotidianamente e di cui siamo costituiti. In questo cammino amicale cercheremo di ritrovare un collegamento, di ristabilire una connessione con quel mondo.

Tre tempi declinati in momenti di cammino e di ascolto, scanditi da dicitori, poeti, testimoni, musicisti e performer. Narrazioni letterarie e storiografiche, poesie e musica, installazioni: elementi che ci accompagnano all’interno della cava per scoprirne il suo cuore filosofico, poetico e numinoso. Un tentativo di coglierne l’essenza, l’imperturbabile fissità che ci guarda, non vista.

Il quarto tempo, come la quarta parete nel teatro, è il tempo degli spettatori: un tempo per decantare emozioni e meditare in un luogo dal fascino suggestivo e dalla storia e memoria stratificata. Come le rocce.

Foto dell’evento di Paolo Longo

L’ambizione: condurre il ricordo oltre il passo, verso il futuro.

Mostra evento “Il sentiero di Venere”


Il sentiero di Venere.
Passi reali/passi immaginari

Mostra-evento
dedicato alle donne e al Forte di Nago
a cura di
Sara Maino/Katia Michelotti

esposizione fotografica
videoinstallazioni
installazione sonora
performance

Forte Superiore di Nago (TN)

inaugurazione sabato 5 marzo 2011 ore 18
fino al 27 marzo 2011
orario: tutti i giorni 17-22 esclusi i lunedì
ingresso libero

con il sostegno del Comune di Nago-Torbole e della Provincia Autonoma di Trento

Performance “Rocce spontanee”

sabato 7 agosto 2010 ore 19

presso Art_House “Il Camaleonte”

via dei Colli 40

Molina di Ledro (TN)

Rocce spontanee

performance poetica

di Sara Maino

 

 

ASCOLTA