Narrazioni sensibili

Narrazioni Sensibili

NARRAZIONI SENSIBILI
Scoperte di senso e racconti della fragilità nelle valli Giudicarie.
Laboratorio territoriale di ascolto, incontro e storytelling sul tema della fragilità.

Un percorso rivolto alla classe Prima dell’Università Popolare Trentina – Scuola delle Professioni per il Terziario di Tione.
Con la supervisione della prof.ssa Michela Giovanelli e la collaborazione della prof.ssa Gabriella Zanetti.

ottobre 2017 – febbraio 2018

NARRAZIONI SENSIBILI > laboratorio

CHI SIAMO
Collettivo Portobeseno + Gruppo Come ti suona
Progetto, laboratorio e coordinamento artistico: Sara Maino
Assistenti di laboratorio: Stefania Formisano, Gioele Maiorca
Web project e archivi digitali: Davide Ondertoller

Comunità delle Giudicarie e UPT – Scuola delle Professioni per il Terziario di Tione presentano un progetto laboratoriale di “Narrazioni sensibili” rivolto agli studenti della classe Prima.

Un percorso laboratoriale ideato per scoprire e raccontare la comunità attraverso voci ed esperienze di vita vissuta, in collaborazione con enti che organizzano servizi a sostegno della fragilità e della disabilità per adolescenti e preadolescenti, adulti e persone anziane.

NARRAZIONI SENSIBILI > laboratorio

Il laboratorio si svolge in undici incontri e si focalizza sull’educazione all’ascolto attraverso l’allenamento sensoriale, la registrazione di suoni ambientali in cui si usa una particolare capacità di attenzione e uno sguardo creativo, la formazione in ambito sociale, la ricerca e la realizzazione di interviste.

Narrazioni Sensibili

Scopo della ricerca è raccogliere insieme alle allieve e agli allievi diverse testimonianze sul tema della fragilità presso alcuni centri delle Valli Giudicarie, per valorizzare l’esperienza dell’incontro e narrarne le storie. Il percorso mira a sviluppare competenze sociali e civiche, tecnologiche e digitali. Al termine delle attività previste per i primi mesi del 2018, gli studenti presenteranno e condivideranno al pubblico l’esperienza di ricerca maturata in uno storytelling.

ARCHIVI (in allestimento)

Schermata 2017-11-23 a 16.23.03

 

Visualizza a schermo intero

Archivio sonoro NARRAZIONI SENSIBILI
Archivio fotografico NARRAZIONI SENSIBILI

Tutti i contentuti pubblicati sono rilasciati con licenza Creative Commons, puoi condividere e utilizzare tali contenuti citando la fonte. Non sono permessi usi commerciali.
Per informazioni scrivere a info@portobeseno.it .

001_IMG_1093

CON IL SOSTEGNO DI

Comunità delle Giudicarie

UPT Scuola delle Professioni per il Terziario di Tione

IN COLLABORAZIONE CON
Cooperativa sociale L’Ancora – Centro di Tione
Cooperativa sociale Il Bucaneve – Centri di Storo e Bersone
Apsp Pinzolo – Centro residenziale “Abelardo Collini”

Narrazioni Sensibili

Annunci

Progetto Rione @Napoli

10013995_752083714816496_582986783_o
Laboratorio di Storytelling Digitale del Rione Sanità
17 e 18 ottobre 2013, Napoli

Scoprire Rione Sanità. Come? Con le orecchie
Laboratorio a cura di Sara Maino e Davide Ondertoller
progetto Portobeseno
sito Netizen Lab

Info progetto su Resto al Sud
Immagini del laboratorio su Facebook 1 e 2

pagina Facebook Netizen Lab Smart Rione Sanità
la notizia su Huffington Post

540380_10152446881373297_8477538789802628187_n 1557518_10204621479524306_3373185541848326093_n 10421211_10152446883898297_7242947807422351962_n

Lab di storytelling digitale

CASSA RURALE DI FIEMME E FONDAZIONE <AHREF PRESENTANO

LABORATORIO DI STORYTELLING DIGITALE DELLA VAL DI FIEMME

OSSERVARE/RACCONTARE/CONDIVIDERE

Dal 29 Novembre un laboratorio teorico e pratico in 10 tappe per imparare a integrare scrittura, video e fotografia e condividere il racconto delle eccellenze della
Val di Fiemme su media digitali.

Il focus del percorso si concentra nell’incontro con le realtà produttive del territorio e nella costruzione delle loro narrazioni, dove gli strumenti comunicativi acquisiti vengono impiegati, testati e messi in discussione.

Si riporta il linguaggio alla sua capacità profonda di costruire esperienze e renderle condivisibili, superando il facile limite della seduzione e dell’impatto emotivo. Si restituisce a parole e immagini la loro funzione di ponte, di evocazione, di inizio di una narrazione.

DOCENTI

Professionisti del settore con esperienze significative di successo nell’ambito dello Storytelling territoriale, Videomakers e Fotografi qualificati, di provenienza regionale e nazionale: