Suoni a colori

Cascina Bellaria
Venerdì 28 aprile 2017 dalle ore 18.30
Cascina Bellaria
via Cascina Bellaria 90, Milano
“Suoni a colori”
concerto di fine anno scolastico

Si esibiranno alcune realtà di AllegroModerato: Propedeutica Band,
Musica da Camera, MusiMatica e i videomakers ConCerti Sguardi.
Con il gruppo di videomakers presenteremo il video realizzato per l’occasione, durante il corso, nel quartiere Cagnola: “Storycity – Vita di Milano”.
Il video sarà musicato dal vivo da un gruppo di orchestrali di Musica da Camera.

Mart incontri: Geografie del suono

MART museum
Geografie del suono @ MART
VENERDì 14 aprile 2017
ore 17.30
MART – Rovereto

Portobeseno presenta

GEOGRAFIE DEL SUONO

L’incontro è dedicato al tema del paesaggio sonoro analizzato non solo in chiave ecologica ma come possibile strumento per riscoprire, immaginare e valorizzare il territorio.

L’appuntamento prevede diverse fasi:
* ore 17.30 passeggiata sonora al MART condotta da Portobeseno;
* ore 18.30 presentazione di “Narrare Rovereto 2013-2015” laboratorio didattico triennale, archivio e mappa sonora della città, con i curatori di Portobeseno, Davide Ondertoller e Sara Maino;
* ore 18.30 presentazione del libro “Nuove geografie del suono. Spazi e territori nell’epoca postdigitale” con l’autore Leandro Pisano. Ospiti: Denis Isaia (curatore MART), Sara Lenzi (SounDesign.info).

Narrare il territorio – presentazione al MAG

locandina
Lunedì 11 luglio ore 20.30
Sala sede Cassa Rurale Alto Garda
Bolognano

Narrare il territorio. L’esperienza di Portobeseno
Incontro con Davide Ondertoller e Sara Maino Progetto Portobeseno

“Narrare il territorio”, su idea e a cura di Sara Maino e Davide Ondertoller nasce come laboratorio di raccolta di memorie territoriali e suoni ambientali in Alta Vallagarina nel 2010. Il progetto, inizialmente rivolto alle scuole primarie locali, ha lo scopo di raccontare i luoghi esplorati attraverso l’educazione sensoriale, la registrazione dei paesaggi sonori, le interviste narrative e le interpretazioni creative degli allievi. Sono utilizzati strumenti digitali contemporanei, dalla condivisione dei dati elaborati su geoblog a mappe on line.

La ricerca individua nell’approccio al suono il metodo ideale per stimolare relazioni di Comunità tra generazioni anche distanti, per sviluppare la tensione alla scoperta, e per infondere nelle allieve e negli allievi curiosità, desiderio e capacità immaginativa. Il suono crea relazione, produce vibrazione ed emozione e stimola l’interesse nel lavoro di gruppo.

In Trentino, Portobeseno ha perfezionato questo metodo per narrare anche la Vigolana, Borgo Santa Caterina, Borgo Sacco e il quartiere Brione di Rovereto, l’Alto Garda e Ledro, coinvolgendo decine di anziani, giovani e studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado.

Tale metodologia è stata applicata con successo anche in altri contesti italiani: Roma, Summonte (AV), Conselve (PD), Mercato Saraceno (FC).

Ultimi laboratori 2015-16:

Narrare il territorio a Besenello  – Alta Vallagarina
Come ti suona – PGZ Alto Garda e Ledro

Presentazione OSCE Days Progetto Manifattura 2016

Per chi suona il paesaggio 2016

meeting_fkl

LA TERZA EDIZIONE DI PER CHI SUONA IL PAESAGGIO A CATANIA
Teatro Machiavelli
Piazza dell’Università
19-22 maggio 2016

Il 19 maggio comincia a Catania, nei locali del Teatro Machiavelli, in piazza dell’Università, la terza edizione di PER CHI SUONA IL PAESAGGIO, incontro italiano promosso da FKL rivolto a operatori, sound artist, persone interessate al tema del PAESAGGIO SONORO

Quattro giorni, dal 19 al 22 Maggio con una ventina di comunicazioni 3 sessioni di ascolto, due concerti, tre workshop ed una passeggiata di ascolto sull’Etna

Sarò presente per raccontare il progetto Come ti suona?

WEB_ComeTiSuona_Opuscolo_rid_pag 1

Convegno FKL Per chi suona il paesaggio

Presentazione Narrare Besenello

invito-Besenello 2016 MOD logo
Venerdì 26 febbraio 2016 presso l’Aula Magna della Scuola Primaria di Besenello presentiamo l’archivio 2005-2015 di Besenello tra cui i laboratori  realizzati con le classi V.
Abbiamo raccolto decine di testimonianze, abbiamo esplorato il paese e i suoi dintorni registrando suoni; le bambine e i bambini hanno disegnato le esperienze di ascolto; le interviste sono diventate dei videoclip di foto, disegni e audio narrrazioni; tutto questo patrimonio è ora in una mappa interattiva che racconta il percorso laboratoriale e la ricerca sulle fonti orali svolta a Besenello nell’arco di un decennio.

Articolo sul quotidiano il Trentino

Immagini della serata

Narrare il territorio Besenello Narrare il territorio Besenello

Vita Trentina 3_03_2016

Narrare Mercato Saraceno

laboratorio didattico territoriale
per raccontare i luoghi attraverso suoni, memorie orali e restituzioni creative

Narrare Mercato Saraceno

Sara Maino e Davide Ondertoller
Portobeseno

Artist in residence at Rad’Art
San Romano – Mercato Saraceno – Italy
2014 – 2015

Public presentation
Saturday 31 october 2015 ore 15
Palazzo Dolcini Mercato Saraceno

Progetto e laboratorio di Sara Maino e Davide Ondertoller
Portobeseno 2014 – 2015 Narrare il Territorio
Produzione Rad’Art – Associazione Artèco
in collaborazione con
Direzione Didattica dell’Istituto Comprensivo Mercato Saraceno
Assessorato alla Cultura del Comune di Mercato Saraceno (FC)
Associazione Band Selvaggia
Associazione Fogli Volanti
Mercato Saraceno (FC), 2014-2015

Classi e insegnanti
Classe 1C (2C) media presso scuola Zappi. Insegnante: Daniela Aldini
Classe 4A (5A) presso scuola Ricchi. Insegnante: Donatella Balzani
Classe 4-5 (pluriclasse) presso scuola Muratori di Piavola. Insegnante: Claudia Gorini

Narrare Mercato Saraceno

Il progetto di durata biennale è dedicato alla raccolta della memoria della comunità e del territorio di Mercato Saraceno, in cui si utilizzano strumenti multimediali e mappe interattive online e archivi web con un approccio creativo.

Narrare Mercato Saraceno

Al laboratorio hanno partecipato bambine e bambini della scuola primaria e secondaria di primo grado di Mercato Saraceno e Piavola San Romano. Essi sono stati i protagonisti del laboratorio sia nella fase di raccolta che in quella di restituzione. Hanno imparato ad ascoltare i suoni ambientali del territorio, a riconoscerli, catalogarli e a registrarli. L’esperienza della raccolta dei suoni è stata determinante per attivare la loro curiosità e allenare la loro capacità di ascolto, che si è stabilita anche nell’incontro con alcuni testimoni narranti, di cui gli allievi hanno raccolto la storia di vita con registratore digitale e fotocamera. Le loro impressioni e le riflessioni sugli incontri con le persone di Mercato Saraceno e Piavola San Romano, ma anche con il fiume, la fontanella, le foglie, la pioggia e il traffico delle automobili si sono tradotte, grazie alla collaborazione e alla guida delle insegnanti, in elaborazioni visive, testuali e in una canzone rap. In seguito, le storie di vita raccolte sono state montate in videoclip focalizzati sull’ascolto della testimonianza orale. Queste storie e i suoni ambientali sono stati mappati e archiviati in Internet dove sono a disposizione di tutti.

Lo scopo del progetto era di creare, infatti, una mappa di Comunità ricca di contributi multimediali raccolti ed elaborati dagli stessi partecipanti: dalle memorie orali alla documentazione fotografica, storica, creativa, ai suoni, alle impressioni ed emozioni degli stessi allievi. Soprattutto per incentivare le relazioni tra generazioni diverse e raccontare un po’ del territorio di Mercato Saraceno. L’ambizione era di rappresentare sul piano etnografico, sonoro e creativo, almeno parzialmente, la complessità di un paesaggio culturale montano, forse meno visibile a occhi e orecchie distratte.

Tutto il materiale prodotto, insieme alla documentazione relativa allo svolgimento di questo percorso laboratoriale, sarà presentato all’interno della 12a Mostra del libro di Mercato Saraceno, sabato 31 ottobre 2015.

Narrare Mercato Saraceno

ARCHIVIO NARRARE MERCATO SARACENO
locandina presentazione pubblica: sabato 31 ottobre 2015 PDF
– pagina di presentazione RAD’ART Permanent Factory artists: Portobeseno 2014-2015
– archivio foto laboratorio Flickr.com
– archivio audiofoto Flickr.com
– archivio disegni #interpretazioni Flickr.com
– archivio componimenti poesie e racconti download .ZIP
– archivio audio Archive.org
– archivio video YouTube
mappa Mercato Saraceno con storie, suoni, interpretazioni

Narrare Mercato Saraceno

Il Progetto The Rad’Art Project, gestito dall’Associazione Artéco, con sede a Mercato Saraceno (FC) – Località San Romano – Via Mulino di sopra, si prefigge la creazione di un centro permanente dedicato alla ricerca artistica contemporanea internazionale: arti visive, performative, scenico-coreografiche, video arte e ricerca sonora.

Portobeseno.it è un progetto culturale nato nel 2004 che si occupa di archivi multimediali 2.0, progetti artistici e laboratori creativi aventi per oggetto il territorio, il paesaggio e la memoria individuale e collettiva. I progetti traggono spunto da interviste narrative, ricerche etnografiche, laboratori didattici rivolti alle scuole, da riflessioni sulla memoria orale e sulla conoscenza concreta del territorio, dall’esplorazione dei paesaggi sonori, dalle loro possibili relazioni con il web attraverso lo sviluppo di cartografie virtuali, blog creativi, geoblog, progetti sociali per la Rete. Tali progetti confluiscono nel festival Portobeseno, viaggio tra fonti storiche e sorgenti web che produce spettacoli (dal teatro ai concerti di musica elettroacustica) e installazioni multimediali originali e innovative. Il festival Portobeseno propone inoltre riflessioni sui diritti d’autore, la condivisione creativa e sulla percezione del territorio tra reale e virtuale, dalla scoperta di un sentiero nei boschi alla navigazione virtuale offerta da Internet.

Narrare Mercato Saraceno
corriere_291015//embedr.flickr.com/assets/client-code.js

COME TI SUONA? EMMEPITÈ!

Pieghevole_Mercurio 1-2

COME TI SUONA? EMMEPITÈ!
Narrare l’Alto Garda e Ledro sul web tra suoni, storie e incontri con la gente
Laboratorio per giovani dai 16 ai 29 anni – da settembre 2015 – sono aperte le iscrizioni

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO:
lunedi 7 settembre 2015 ore 18 presso Cantiere 26 di Arco

IL PROGETTO E’ IN CORSO E TERMINERA’ A MARZO 2016, PER INFO 3923248514

Come ti suona? Emmepitè! è un percorso laboratoriale formativo per giovani dai 16 ai 29 anni che si propone di scoprire e raccontare il territorio della Comunità di Valle Alto Garda e Ledro e dei suoi sette Comuni attraverso i suoni ambientali e le storie delle persone.

L’idea progettuale a cura di Associazione Mercurio, Portobeseno e APSP Casa Mia si focalizza sul suono che crea relazione, che produce vibrazione ed emozione e stimola l’interesse nel lavoro di gruppo. I giovani sono introdotti all’uso consapevole e creativo delle tecnologie digitali contemporanee e all’utilizzo di uno specifico metodo: l’ascolto attivo.

In una seconda fase essi sono chiamati a formare gruppi di bambini e di ragazzi alla stessa pratica, nell’ambito dei Centri aperti pomeridiani gestiti dall’APSP Casa Mia, per narrare il proprio Comune mediante la registrazione di paesaggi sonori locali e di interviste.

I giovani iscritti imparano inoltre a promuovere la condivisione sociale utilizzando le nuove tecnologie in modo creativo, consapevole e responsabile, i social network e gli strumenti del web, condividendo i materiali multimediali, frutto dei laboratori, su mappe interattive e archivi digitali, messi a disposizione di tutta la Comunità.

L’archivio realizzato insieme a giovani e ragazzi, ospitato sul portale http://www.archive.org, sarà restituito con rielaborazioni creative dei materiali prodotti tra cui concerti di paesaggi sonori, dj sets, installazioni, opere teatrali presso il Cantiere 26 di Arco con il coinvolgimento delle associazioni Silson Sound Design & Music e Luha Art Survival Kit.

Il percorso laboratoriale ha così lo scopo di creare occasioni di incontro e di avvicinamento tra le generazioni, intrecciando i suoni e la memoria orale che caratterizzano il paesaggio culturale della Comunità… perché conoscere un luogo è anche ascoltarlo!

Il progetto Come ti suona? Emmepitè! costituisce un’azione del Piano Giovani Alto Garda e Ledro resa possibile dal finanziamento della Comunità Alto Garda e Ledro, dei sette Comuni afferenti e della P.A.T.

Informazioni e iscrizioni
cometisuona@gmail.com
mob 392 3248514

Idea e coordinamento progetto
Sara Maino

Formatori
Portobeseno – Sara Maino, Davide Ondertoller – ricercatori ed esperti di narrazioni digitali e progetti web
Silson Sound Design & Music – Al Grisenti – Sound designer e performer

Cura teatrale e promozione
Luha Art Survival Kit

Comuni aderenti
Comune di Arco: Cantiere 26, base operativa
Comuni e Centri aperti APSP Casa Mia coinvolti nel progetto 2015:
Comune di Dro: Ca’ del Nemoler e Centro aperto Pietramurata
Comune di Tenno: Centro aperto Totem
Comune di Ledro: Centro aperto Kaleidos
Comune di Drena: Punto incontro
Comune di Riva del Garda: Centro aperto Aretè
Comune di Nago Torbole: Centri aperti Jenga (progetto 2014)

Link
http:// http://www.portobeseno.it/blog/?p=6728
https://www.facebook.com/cometisuona
https://archive.org/details/ComeTiSuona
Pieghevole_Mercurio 3-4

Presentazione libro

Giovedì 21 agosto 2014 ore 21
Teatro di Serrada (TN)

Lo Sporting Club di Serrada
ti invita alla presentazione del libro

La montagna dal cuore di perla

di Marco Lando  Sara Maino  Michelangelo Spagnolli

Elisa Da Costa attrice
Matteo Franchini chitarra classica
MAINO B DSC_4928 rid

Il maggio dei libri

Venerdì 23 maggio 2014, ore 17,30
Biblioteca civica Bruno Emmert, Arco

Marco Lando, Sara Maino e Michelangelo Spagnolli presentano
“LA MONTAGNA DAL CUORE DI PERLA”
ed. Osiride, 2013

Tre amici, legati tra loro dall’amore per la terra, dalla passione per la parola scritta e dalla visione poetica, si sono ritrovati in Valle di Terragnolo, chiamati dalla sua acqua, dalla sua pietra e dal suo cuore. Dalle sue voci di natura narrante gli autori hanno colto linguaggi e simboli che amano svelare il dono di fluire nella vita con una perla in mano; li hanno rappresentati per la loro comprensione, per la loro bellezza e per restituire nelle forme del racconto (Michelangelo), della poesia (Marco) e della visione scenica (Sara) il sorriso che tante volte questa Valle e questa Montagna dal cuore di perla, hanno loro dato.

Fornasa D 2013-05-25-009 rid

Foto Luca Fornasa

Questo libro di storie, riflessioni e speranze raccoglie il materiale narrativo di tre eventi culturali, svoltisi a Sega di Terragnolo (Tre fortune), Passo della Borcola (Passo di cuore) e Cava “Val Giordano” (Poesia cava. Cammino in tre tempi nel grigio perla) tra il 2012 e il 2013: eventi qui esposti non in ordine cronologico, ma simbolico di passo e pascolo (il paesaggio connettivo che nutre), di acqua (la fluidità che sfocia nell’infinito), di pietra (l’epifania della roccia madre). Una disposizione a “V” come il grafico di una valle, che qui ricorda la discesa dalla visibilità della vita all’interiorità più mobile, alla risalita nella relazione abbagliante delle cose, delle rocce e del cosmo.

Guideranno l’evento gli stessi autori, l’attrice Elisa Da Costa e la chitarra classica di Matteo Franchini

La notizia sul sito del Comune di Arco

La montagna dal cuore di perla

MAINO B DSC_4928 rid

Domenica 18 maggio 2014 ore 18.30
Portico della Fontanella, Volano (TN)

“LA MONTAGNA DAL CUORE DI PERLA”
di Marco Lando, Sara Maino, Michelangelo Spagnolli

Tre amici, legati tra loro dall’amore per la terra, dalla passione per la parola scritta e dalla visione poetica, si sono ritrovati in Valle di Terragnolo, chiamati dalla sua acqua, dalla sua pietra e dal suo cuore. Dalle sue voci di natura narrante gli autori hanno colto linguaggi e simboli che amano svelare il dono di fluire nella vita con una perla in mano; li hanno rappresentati per la loro comprensione, per la loro bellezza e per restituire nelle forme del racconto (Michelangelo), della poesia (Marco) e della visione scenica (Sara) il sorriso che tante volte questa Valle e questa Montagna dal cuore di perla, hanno loro dato.

Guideranno l’evento gli stessi autori, l’attrice Elisa Da Costa e la chitarra classica di Matteo Franchini

Scarica il pdf