Ego Cum

Ego Cum
dal 4 al 12 luglio 2014
ore 18-23
inaugurazione venerdì 4 luglio 2014 ore 19
Sala Maier, Pergine Valsugana
Festival Pergine Spettacolo Aperto

cartolina_senza scritta_rid

Ideazione e regia Sara Maino
Sound design Al Grisenti

Esplorare e documentare il tema del conflitto all’interno della comunità di Pergine: è questo l’obiettivo che ha portato a osservare, ascoltare, intervistare anziani, immigrati, adulti, giovani e bambini coinvolgendoli in veri e propri “laboratori espressivi”. Cinque gruppi di persone presentano conflitti “vissuti, pensati, rievocati, risolti”, in racconti che si intrecciano fra loro e puntano, attraverso l’ideazione e la fruizione di un meccanismo visivo sincronizzato a cinque canali, a rendere partecipe il visitatore, a stimolare in lui una riflessione lontana dagli stereotipi classici e la produzione di nuovi significati circa le espressioni tipiche o inedite del conflitto umano.

Ne scaturiscono così storie individuali e simbologie condivise che vanno a creare un dialogo immaginario, un essere cum, poiché, come diceva Jean-Luc Nancy, «l’Io non è pensabile che in rapporto agli altri». Il conflitto visto da una prospettiva storica, sociale, culturale, educativa, ha per protagonista qui una comunità narrante, e sullo sfondo una città e i suoi abitanti, la loro storia e identità.

EGOCUM-INVITO

http://www.ladige.it/node/279866?fb_action_ids=537477773040897&fb_action_types=og.likes

Annunci

Tempora et auris @ Ludwiggalerie

Oberhausen (D)
21-23 giugno 2013
6. Simposio internazionale sul paesaggio sonoro di FKL “Hearing (in) the pott”,
opera selezionata
Sara Maino. Tempora et auris audio e videoinstallazione 5.1

tempora2

Esposizione temporanea
Ludwiggalerie Schloss Oberhausen (Germania)
21-23 giugno 2013

guarda il set fotografico

IMG_9209

Video installazione a Kreativ Bolzano


Kreativ 2012, Fiera di Bolzano
16 settembre 2012 orario 9.30 – 18.30

“Di che forma sei?”
videoinstallazione creativa
di Sara Maino

Videoinstallazione interattiva con la sabbia: un modo per stimolare ed esprimere la propria creatività. Il pubblico è libero di disegnare la propria forma nella sabbia e invitato a lasciare uno scritto.
I messaggi del pubblico saranno visibili in un mosaico appeso.

Kreativ, la fiera della creatività, che ha luogo a Bolzano dal 14 al 16 settembre e raccoglie oltre 160 professionisti dell’artigianato e delle arti manuali. Kreativ si suddivide in sette settori diversi: cucito e tessuti, pittura, arti tradizionali, decorazioni per la casa, cucina, decorazioni natalizie ed editoria specializzata e l’anno scorso ha visto oltre 11.000 visitatori.

Trentino Network Donna parteciperà a Kreativ con uno stand messo a disposizione di alcune di voi. All’interno potrete quindi sbizzarrirvi tra vestiti d’epoca di Ivana Penasa, i tessuti pregiati della sartoria artigianale di Lucia Trotter, le magliette dipinte a mano ispirate dalla meditazione di Francesca Miceli Lilith, i prodotti fatti con materiale di riuso di Marina Francesconi, articoli per un matrimonio perfetto di Cinzia Fonso. A coinvolgerti ci saranno anche consulenze di Aura-soma© ed un’installazione artistica a cura di Sara Maino.

Il filo conduttore che lega queste espositrici è la volontà di mettersi in gioco, di collaborare al tessuto economico e alla comunità in cui sono inserite, sottolineando un’arte ed una creatività tutte femminili.

Open creazione contemporanea Festival Pergine Spettacolo Aperto



IL MONDO HA TANTE FORME QUANTI SONO GLI OCCHI CHE LO CONTEMPLANO

Installazione diffusa e partecipata

Ideazione e realizzazione
Sara Maino

9 – 11 LUGLIO 2012
Installazione diffusa e partecipata in città
vedi mappa
36x19_Sara Maino_B05_2

12 – 13 LUGLIO 2012
ore 18:00 – 24:00
Le installazioni saranno in mostra presso le cucine ex Ospedale Psichiatrico di Pergine Valsugana

Una produzione
PERGINE SPETTACOLO APERTO
Bando Open creazione contemporanea in Trentino

La creazione, dal titolo “Il mondo ha tante forme quanti sono gli occhi che lo contemplano”, ispirato ad una frase del poeta tedesco J.P.Richter, assume la forma di una installazione diffusa e partecipata sul territorio della città di Pergine. Vuole proporre una riflessione sulla Comunità e sul Paesaggio perginese attraverso un percorso reale, metaforico e sensoriale costituito da sei diverse installazioni audio e video collocate in punti significativi della vita cittadina e da una postazione collettiva finale. Al Ristorante, in Farmacia, all’Ufficio Anagrafe, in Biblioteca e al Bar il visitatore potrà fornire il proprio punto di vista partecipando attivamente alla costruzione della propria forma del mondo.
Dentro il paesaggio c’è la vita, i suoni, i rumori, le storie, le memorie di una città; negli interstizi dei vicoli, nel rimosso che non vediamo, nell’incrocio di strade, di sguardi, nella prossemica inascoltata si prospettano nuovi punti di vista da esplorare:
tutto ciò accade. Come trovare la fisionomia del paesaggio mondo? Come vederlo? Come assaggiarlo? Come annusarlo? Come udirlo? Come narrarlo?

LEGGI articolo
GUARDA galleria fotografica

Festival Portobeseno 2012 – programma

logo fkl italia firenze

WALKING ON SOUNDSHINE
al castello di Beseno

Passeggiata sonora a cura di Sara Maino

venerdì 15 giugno 2012 – ore 19.30
durata: 1h circa –
ritrovo presso biglietteria del castello

info e prenotazioni mob. 392 324 85 14

FKL Italia, la sezione nazionale del Forum Klanglandschaft (Forum per il Paesaggio Sonoro) propone nel mese di giugno diversi appuntamenti in tutto il territorio nazionale per ascoltare il paesaggio e riflettere sul suono.
Le passeggiate sonore – dice Francesco Michi, coordinatore di FKL Italia – sono occasioni per contemplare l’ambiente che ci circonda avendo come senso di riferimento principale l’orecchio. La qualità del paesaggio sonoro ha una grossa influenza sulla vita dei suoi abitanti, perché l’udito è un senso fondamentale per l’equilibrio del sistema neurale.
E’ molto importante appropriarci del suono intorno a noi. Si tratta di darsi una occasione per valorizzare, prestare attenzione ai suoni che ci accompagnano nella vita quotidiana, che passano per lo più inosservati, inascoltati. Si tratta di imparare ad ascoltare.

www.paesaggiosonoro.it

venerdì 15 giugno, ore 20
rassegna PAESAGGI TIPICI > Castello di Beseno
– GIO_VENALE e HYPER!ION


venerdì 22 giugno, ore 20
rassegna PAESAGGI TIPICI > Castel Pietra
SCUOLA MUSICA ELETTRONICA CONSERVATORIO BONPORTI
TINNITUS LAB > ISTITUTO MUSICALE VIVALDI BOLZANO


venerdì 29 giugno, ore 20
rassegna PAESAGGI TIPICI > Castello di Beseno
JIYEON KIM

SPAZI INDECISI
video installazione

di Sara Maino e Davide Ondertoller
esposizione 15 giugno + 29 giugno, castello di Beseno

Un reportage fotografico, proposto in forma di video installazione, documenta i luoghi abbandonati, in disuso o caduti nell’oblio, dell’Alta Vallagarina. È una riflessione sul paesaggio, che ci informa di presenze rimosse ed apparenti assenze di memoria, vuoti vocianti, densi di storie. Racconti muti, forse fragorosi, alla ricerca di nuova attenzione.
La tematica del residuo/abbandono verrà ripresa ed approfondita nell’ambito del laboratorio didattico di esplorazione territoriale “Chiavi di memoria”, rivolto alle classi V delle scuole primarie dell’Istituto Comprensivo Alta Vallagarina. La video installazione, per il momento, ambisce ad offrire al visitatore una suggestiva visione del territorio lagarino come accompagnamento ai concerti proposti dal festival Portobeseno 2012.

Su Tiscali a cura di Carlo Infante

Videoinstallazione sincronizzata

giovedi 1 dicembre 2011, ore 17.30
Biblioteca civica di Riva del Garda

“Il cibo della nonna è sempre il più buono”
video installazione sincronizzata per videocamera, iPhone, Skype, narratori ed attrice

 Video installazione sincronizzata
con
Valeria Zecchini, Graziella Scaratti,
Marco Vivaldelli, Sara Maino

ideazione, testi e video
Sara Maino

una produzione
Teatro per Caso –
Comune e Biblioteca civica di Riva del Garda
2011

In occasione del tema del ciclo “Letture da gustare” sul particolare legame che intercorre tra il cibo e la memoria, mi sono imbattuta casualmente in storie che non conoscevo. Annusata una pista nuova, avidamente, mi ci sono buttata, saziandomi di nuovi saperi e di sapori ritrovati. E quindi mi è accaduto di assaggiare il gnocco boemo, di scoprire il brustolon, di ricevere in dono del formaggio di malga, di rientrare entusiasta da una videointervista pregando la mia mamma di farmi la polenta. In questa videoinstallazione, Il cibo della nonna è sempre il più buono, costituita da quattro video sincronizzati, assisterete ad una fantasiosa conversazione in Rete sullo speciale legame tra cibo, identità ed appartenenza ad una Comunità.  Ascolterete la storia, di generazione in generazione, di particolari pietanze locali, vi immergerete nel racconto ricco di odori e ricordi dei protagonisti, scoprirete quel che c’è di buono e quel che di buono c’è, nel piatto e….

Tempora et auris

Invito_fronte

Invito_retro

MAG – Museo Alto Garda
Comune di Arco
Galleria Civica G.Segantini

Sara Maino. Tempora et auris
09.07|21.08.2011
Arco, Casa Collini
a cura di Giovanna Nicoletti

orario:
15.30-22
chiuso il lunedì, ingresso libero

inaugurazione
venerdi 8 luglio 2011 ore 18.30
Galleria Civica G. Segantini di Arco
via Segantini, 9

La video installazione “tempora et auris” di Sara Maino (Arco, 1970) si ispira alla stratificazione della memoria sonora espressa dai luoghi simbolo del Bosco Caproni di Arco: la falesia, dedicata all’arrampicata sportiva, e le cave di oolite, usate per l’estrazione della pietra dalla metà dell’Ottocento fino alla seconda metà del Novecento. Le impronte sonore udibili nell’installazione contraddistinguono tre epoche: il tempo in cui quel luogo era il fondale di un antico mare; l’epoca moderna, in cui il luogo era sfruttato per l’estrazione della pietra; l’epoca attuale, in cui al suono degli scalpellini è stato sostituito il suono degli attrezzi degli arrampicatori che lo usano come palestra di roccia.

MAPPA

Per dare modo a turisti e visitatori di conoscere e di esperire personalmente il luogo rappresentato nell’installazione, ho creato una mappa virtuale a loro disposizione e rintracciabile facilmente in Internet. All’interno della mappa relativa al Bosco Caproni, ho geo-referenziato fotografie e suoni che si riferiscono alle fasi del progetto di ripresa, attraverso l’applicazione SoundCloud per iPhone.
I navigatori più esperti potranno riascoltare i suoni raccolti direttamente nell’ambiente naturale seguendo l’indirizzo fornito sui depliant riportanti il progetto, la mappa, l’itinerario per arrivare al Bosco Caproni.

Il 10 luglio è prevista una passeggiata sonora dalla Galleria Civica G. Segantini di Arco fino al Bosco Caproni per esplorare l’ambiente sonoro del luogo. La passeggiata è condotta da Sara Maino e si avvale della collaborazione dello scalpellino Bruno Perini di Massone, esperto conoscitore delle cave.

Progetto di Sara Maino, 2008-2011

Il progetto (e il catalogo) su Ecosistema Urbano
Pagina del Comune di Arco (a cura dell’ufficio stampa)
Su Crushsite
Su Arte.go
Su Archiblog
Su Undo.net
Su Exibart

Ricerca e videoinstallazione

G R A M O D A Y A
«Per vivere in armonia»
Mostra itinerante sulla sostenibilità ambientale

dall’India al Trentino

Villino Campi, Riva del Garda
28 maggio – 28 ottobre 2011

Inaugurazione
giovedì 26 maggio 2011, ore 17.00

nell’ambito della mostra verrà presentata la videoinstallazione

L’Òra delle voci
racconto a più voci su modelli di vita sostenibile attorno al lago di Garda

Ideazione, ricerca e realizzazione video a cura di Sara Maino

Diciotto persone raccontano, in tredici interviste, la propria esperienza, legata a scelte consapevoli e stili di vita sostenibili. Gli stessi criteri che sono il filo conduttore della mostra itinerante sulla sostenibilità ambientale India-Trentino “Gramodaya, per vivere in armonia”: bioarchitettura, gestione dell’acqua, agricoltura sostenibile e ben-essere.

Da questa ricerca scaturiscono delle micro-realtà create da appassionati ed esperti del proprio settore, nel privato e nel pubblico: agricoltori, vivaisti, ristoratori, tecnici, terapeuti, ricercatori, imprenditori…

Sono narrazioni che si dipanano attorno alle rive del lago di Garda, il cui vento caratteristico, l’Òra è inteso come forza naturale che spinge al cambiamento. Essa diventa simbolo di una Comunità che, grazie al suo influsso, si allarga, cresce, si trasforma nei confronti dell’ambiente, di noi stessi, degli altri.

Capitolo 1 – Bioarchitettura

testimonianze di Massimo Caceffo Raffaella Armanini, Edy Longo, Ivo Miorellli

Capitolo 2 – Gestione dell’acqua/ Acqua e tradizioni

testimonianze di Piergiorgio Angeli e Maria Grazia Mattevi, Daniela Tolfo, Antonio Arese, Camilla Arese e Barbara Tronconi, Lisa Cervigni, Giuseppe Gandossi


Capitolo 3 – Agricoltura sostenibile

testimonianze di Lino e Silvano Brighenti, Piergiorgio Angeli e Maria Grazia Mattevi, Marco Rosà, Franz Ambach

Capitolo 4 – Benessere

testimonianze di Saudo Berti, Franz Ambach, Yvonne Muraglia

guarda i video su PATwebtv

Colophon

Informazioni
VILLINO CAMPI
via C. von Hartungen, 4
RIVA DEL GARDA
Telefono 0461 493763
Web