Tempora et auris

Invito_fronte

Invito_retro

MAG – Museo Alto Garda
Comune di Arco
Galleria Civica G.Segantini

Sara Maino. Tempora et auris
09.07|21.08.2011
Arco, Casa Collini
a cura di Giovanna Nicoletti

orario:
15.30-22
chiuso il lunedì, ingresso libero

inaugurazione
venerdi 8 luglio 2011 ore 18.30
Galleria Civica G. Segantini di Arco
via Segantini, 9

La video installazione “tempora et auris” di Sara Maino (Arco, 1970) si ispira alla stratificazione della memoria sonora espressa dai luoghi simbolo del Bosco Caproni di Arco: la falesia, dedicata all’arrampicata sportiva, e le cave di oolite, usate per l’estrazione della pietra dalla metà dell’Ottocento fino alla seconda metà del Novecento. Le impronte sonore udibili nell’installazione contraddistinguono tre epoche: il tempo in cui quel luogo era il fondale di un antico mare; l’epoca moderna, in cui il luogo era sfruttato per l’estrazione della pietra; l’epoca attuale, in cui al suono degli scalpellini è stato sostituito il suono degli attrezzi degli arrampicatori che lo usano come palestra di roccia.

MAPPA

Per dare modo a turisti e visitatori di conoscere e di esperire personalmente il luogo rappresentato nell’installazione, ho creato una mappa virtuale a loro disposizione e rintracciabile facilmente in Internet. All’interno della mappa relativa al Bosco Caproni, ho geo-referenziato fotografie e suoni che si riferiscono alle fasi del progetto di ripresa, attraverso l’applicazione SoundCloud per iPhone.
I navigatori più esperti potranno riascoltare i suoni raccolti direttamente nell’ambiente naturale seguendo l’indirizzo fornito sui depliant riportanti il progetto, la mappa, l’itinerario per arrivare al Bosco Caproni.

Il 10 luglio è prevista una passeggiata sonora dalla Galleria Civica G. Segantini di Arco fino al Bosco Caproni per esplorare l’ambiente sonoro del luogo. La passeggiata è condotta da Sara Maino e si avvale della collaborazione dello scalpellino Bruno Perini di Massone, esperto conoscitore delle cave.

Progetto di Sara Maino, 2008-2011

Il progetto (e il catalogo) su Ecosistema Urbano
Pagina del Comune di Arco (a cura dell’ufficio stampa)
Su Crushsite
Su Arte.go
Su Archiblog
Su Undo.net
Su Exibart

Annunci

Mostra evento “Il sentiero di Venere”


Il sentiero di Venere.
Passi reali/passi immaginari

Mostra-evento
dedicato alle donne e al Forte di Nago
a cura di
Sara Maino/Katia Michelotti

esposizione fotografica
videoinstallazioni
installazione sonora
performance

Forte Superiore di Nago (TN)

inaugurazione sabato 5 marzo 2011 ore 18
fino al 27 marzo 2011
orario: tutti i giorni 17-22 esclusi i lunedì
ingresso libero

con il sostegno del Comune di Nago-Torbole e della Provincia Autonoma di Trento

Mostra collettiva TuningArt 2011 > installazioni sonore

TUNINGART 2011
Inaugurazione
mercoledi 16 febbraio 2011 ore 18

DEPLIANT_versione_web.jpg

 DEPLIANT_versione_web3.jpg 

 DEPLIANT_versione_web2.jpg

Inagurazione
mercoledi 16 febbraio 2011 ore 18
Distilleria Marzadro
Via per Brancolino 10, Nogaredo

 Tuning Art 2011

opere di Sara Maino

Laboratorio territoriale Roma

nell’ambito di Performing ARVALIA – ROMA
in collaborazione con
 pb_bianco

 

presenta

Microstorie di Arvalia 

a cura di Sara Maino e Davide Ondertoller
progetto Portobeseno
laboratorio di raccolta di microstorie e memorie, suoni e rumori del quartiere Corviale a Roma con la partecipazione dei bambini della Scuola Elementare “Mazzacurati”  (Direzione didattica “F.lli Cervi).

Le voci e i suoni saranno pubblicati sul geoblog di “Performing Roma” per creare una “mappa della comunità”. Il lavoro si inserisce nella manifestazione “Urban Experience per l’Ottobrata Romana”  in programma a Roma dal 13 al 17 ottobre 2010.

L’evento è segnalato su Tafter

Le microstorie di Arvalia per il geoblog

Urban Experience nell’ambito del progetto Performing Arvalia presenta un’attività laboratoriale, curata da Portobeseno, rivolta ai ragazzi delle scuole elementari per raccogliere le memorie orali e i paesaggi sonori del territorio, da utilizzare all’interno di una presentazione della mappa interattiva del quartiere presso il Mitreo di Corviale e in parte nel percorso teatrale radioguidato che si svolgerà al Forte Portuense (15-16-17 ottobre).

PROGRAMMA:

12, 13, 14 ottobre, ore 10-12.30, all’interno della scuola, set di registrazione audio e incontro con i protagonisti da cui trarre le “microstorie” da inserire nelle geografie del geoblog.

Il 13 o il 14 si prevede un’uscita nei pressi della scuola per registrare rumori del territorio: il paesaggio sonoro. L’individuazione di alcuni di questi rumori si svolgerà con l’intervento dell’architetto Tiziana Amicuzi di Urban Experience.

Il 15 ottobre alle ore 10, presso il Mitreo di Via Mazzacurati verrà presentata l’esperienza e videoproiettato il geoblog con l’ascolto dei paesaggi sonori alla presenza del Presidente del XV Municipio, assessori e giornalisti.

Alle ore 11.30 si salirà sull’autobus 786 ATAC che ci aspetta di fronte all’uscita del Mitreo per andare a Forte Portuense per partecipare all’anteprima di Performing Arvalia, percorso teatrale radioguidato di Koiné che si svolgerà al Forte Portuense alle ore 12.

COMUNICATO STAMPA

IL LABORATORIO NEL DETTAGLIO

Spettacolo teatrale

Comune di Arco
Biblioteca civica di Arco “Bruno Emmert”

Dedicato alla Donna

 VENERDÌ 26 MARZO 2010

ore 20.30
CASA DELLA COMUNITÀ – NAGO

Baccanti o del dire

Con Rosamaria Maino e Sandra Menegatti

Hamlet-a, essere e non essere

Con Rosamaria Maino

 

Due studi teatrali in relazione al tema “La donna come risolutrice di conflitti”, ispirati alle tragedie “Le Baccanti” di Euripide e “Amleto” di Shakespeare con la regia di Sara Maino, compagnia Teatro per Caso.

In apertura un’ introduzione della filosofa Francesca Guardiniche relazionerà sul tema della donna come portatrice di pace alla luce dell’archetipo maschile incarnato nelle due tragedie.

Dialoghi

PORTOBESENO
viaggio tra fonti storiche e sorgenti web

DIALOGHI

Castello di Beseno

venerdì
26 giugno 2009

orario 20.30 / 24.00
inizio spettacolo ore 21.30
ingresso libero

http://portobeseno.it
info@portobeseno.it
mob 340 555 45 16

immagine su Flickr
http://www.flickr.com/photos/portobeseno/3614131814/

pdf
http://www.portobeseno.it/2009/dialoghi/dialoghi_portobeseno2009.pdf

Il festival Portobeseno inizia l’attività 2009 con il progetto DIALOGHI, evento multimediale ospitato nel castello di Beseno e completamente dedicato al paesaggio sonoro della Vallagarina.
Il lavoro di ricerca si compone di interviste a persone residenti e registrazioni ambientali, un percorso sonoro che si snoda tra i rumori autostradali del fondovalle lagarino e l’acqua del torrente Rossbach, o rio Cavallo, che scorre ai piedi della collina di Beseno.
Un concerto e un dialogo fatti di storie raccontate e suoni ambientali.

Il progetto DIALOGHI nasce da una collaborazione di artisti di diversa estrazione e si compone di installazioni multimediali e da una particolare e innovativa performance audio di Sara Lenzi, artista e docente trentina che vive ormai da anni a Bologna dove ha fondato l’agenzia di design sonoro Lorelei.

Nel suggestivo percorso che si snoda tra le mura del castello è ospitata l’installazione sonora di Sara Maino dedicata all’archivio di fonti orali "Lagarina sonora", nato nell’ambito del progetto triennale di Portobeseno.  Una selezione dell’archivio audio è fruibile all’indirizzo www.portobeseno.it/doc/archiviomultimediale.html

Conclude il percorso espostivo l’opera SP59 di Mylicon/EN, installazione audio video che racconta l’omonima performance nell’ambito di Portobeseno 2008 quando il duo di artisti si trovo’ a dialogare con i suoni della vallagarina lungo la strada Nomi-Calliano (strada provinciale 59) che costeggia autostrada, Adige e ferrovia.

leggi su TAFTER

Teatro

28 giugno 2008 ore 21.30
Parco delle Terme di Comano
Comano Terme
(in caso di pioggia lunedi 30 giugno ore 21.30)

  Foto P.Trota Calzà

Fluidamente

evento teatrale speciale dedicato all’Acqua

di Rosamaria Maino e Sara Maino

ideazione e testi: Rosamaria Maino, Sara Maino
regia: Rosamaria Maino
attrici: Rosamaria Maino, Sara Maino
musicista: Lorenza Marzari
video e opere sonore: Sara Maino
costumi: Silvana Ferrari
tecnica: Carlo Meloni

una produzione Teatro per CasoAPPACentro Studi Judicaria

      

Fluidamente è un evento teatrale itinerante, ambientato nel suggestivo Parco delle Terme di Comano, dedicato all’acqua e in particolare al fiume Sarca. Esso si compone di tre quadri: attraverso una suggestiva narrazione lo spettatore si immergerà nel mondo dell’acqua popolato di immagini e ricordi di persone reali e leggendarie, legate alla nascita del fiume e all’ambiente fluviale. Passerà, poi, all’osservazione più ravvicinata dell’elemento liquido con una degustazione della famosa acqua di cura e, per finire, una passeggiata notturna lo condurrà verso la terza tappa dove assisterà ad una poetica ed acquatica rappresentazione.
Lo spettacolo, che si arricchisce della ricerca Voci del fiume condotta da Sara Maino nel mese di aprile 2008, ripercorre i contenuti scientifici del progetto espositivo della mostra Quattro passi nel fiume, in particolare l’Intervista al fiume che analizza la sua funzionalità. L’acqua è l’elemento primo, nelle vesti di uno dei quattro che compongono la biosfera. Essa è realmente il personaggio principale dello spettacolo, è colei che sottende a tutto l’evento nella sua universalità, necessità, vitalità, sostenibilità.

L’evento Fluidamente si avvale di contributi provinciali e viene proposto nell’ambito della mostra itinerante sull’acqua e sul paesaggio del Sarca Quattro passi nel fiume, organizzata dall’Agenzia Provinciale per la Protezione dell’Ambiente di Trento e dal Centro Studi Judicaria con l’intento di contribuire a stimolare i processi immaginativi suscitati dagli altri allestimenti.
La mostra presso l’Antica fonte delle Terme di Comano sarà visitabile prima dello spettacolo dalle ore 20.15 alle ore 21.00.

Il punto di ritrovo per l’inizio dello spettacolo è fissato alle ore 21.15 presso il parcheggio antistante la passerella in legno (lato tendone) del Parco Termale.

INFO:
Terme di Comano – Dolomiti di Brenta
Tel. 0465 702626 – fax 0465 702281
392 3248514

GUARDA IL VIDEO 2006

www.appa.provincia.tn.it/
www.teatropercaso.it

Portobeseno a Glocal 2.0 Ascoli Piceno

1/2/3 giugno 2008
Grottammare, Comunanza, Ascoli Piceno, Castel Trosino

Glocal 2.0
Comunità locali nell’era globale delle reti
a cura di Performing Media Lab – Comunanze.net

La seconda edizione di Glocal si articola attraverso seminari sulla creatività sociale, allestimenti d’interaction design e una serie di azioni di performing media, a conclusione della manifestazione “Saggi Paesaggi” che nell’arco di due mesi ha reso il territorio piceno palcoscenico diffuso di mostre, spettacoli e concerti.
Glocal intende mettere in rete tra loro diverse realtà che nel Piceno operano sia nell’ambito dell’iniziativa culturale, sia in quello delle politiche sociali, per favorire la realizzazione, attraverso le pratiche collaborative di internet, di un ecosistema di iniziativa pubblica.

 

L’obiettivo è quello di sperimentare nuove forme di creatività sociale tese ad armonizzare le tradizioni del territorio con l’innovazione dei nuovi media interattivi e partecipativi, rivolgendosi con particolare attenzione alle nuove generazioni.

Glocal 2.0, oltre ai momenti teorici e a quelli spettacolari (come i trekking teatrali radioguidati), presenta un progetto di comunicazione multimediale attraverso cui restituire le esperienze realizzate nel maggio 2008  a Montelparo, Monteleone e Servigliano (in particolare le Passeggiate Sonore) che hanno visto importanti momenti aggregativi nella manifestazione Paesaggi Umani.
Punto cardine di Glocal è quello di creare opportunità di confronto, sotto il segno dell’Innovazione Territoriale, tra chi opera per il Bene Comune, tra Istituzioni, comunità glocal e imprese creative.

PROGRAMMA COMPLETO

Ad Ascoli Piceno, il 3 giugno, Sara Maino e Davide Ondertoller parleranno di Portobeseno, viaggio tra fonti storiche e sorgenti web in Trentino.

verrà presentata l’installazione audio/video di Sara Maino
LASCIARE TRACCE/LEAVING TRACKS

 

un evento parallelo di Manifesta 7
Biennale Europea di Arte Contemporanea

INSTALLAZIONI SONORE 2005-07

Queste sono le installazioni sonore che ho creato nel triennio 2005-07 per il Festival Portobeseno. Si tratta di creazioni originate da ricerche sulla memoria collettiva dell’Alta Vallagarina in Trentino, iniziate nel 2005. Dopo aver intervistato una quindicina di persone anziane dei paesi di Calliano, Besenello e Volano, ho ideato delle installazioni audio per rimettere in circolazione le loro storie, che sono memorie riguardanti il periodo dagli anni trenta agli anni settanta del Novecento. Sono racconti affascinanti. Essi creano il senso di una memoria che educa all’ascolto e alla relazione con l’altro e l’altra. Valorizzano il viaggio di ognuno su questa terra, trasmettono emozioni, insegnamento. Soprattutto ci possono insegnare qualcosa di noi e del nostro passato comune. Perchè conoscendo bene le nostre radici possiamo attingere ad una profondità fatta di storie e saperi, muovendoci verso un’etica responsabile, consapevole e condivisa. In modo che anche la nostra storia, sperabilmente, un giorno possa venire raccolta e custodita.
Le installazioni sono un chiaro intento artistico per veicolare tali memorie.
Entro breve, le storie raccolte saranno disponibili su iPod presso le Biblioteche di Calliano e Besenello (TN). SONO ON-LINE sul portale di Portobeseno.

descrizione INSTALLAZIONI

LINK presentazione

RASSEGNA STAMPA

UDIRE-ASCOLTARE

Un melologo originale

Dal 2000 ho iniziato una collaborazione con la pianista Pinuccia Gelosa. La nostra ricerca, volta a stabilire nuove relazioni tra poesia e suono (i testi sono originali e la musica creata per l’occasione) ha prodotto il CD SPOSTAMENTO MINIMO, pubblicato nel 2006 con il sostegno della Provincia Autonoma di Trento.

  

Guarda il video dell’omonima performance realizzata ad Arco il 15 giugno 2007 nell’ambito della rassegna Arco sotto le stelle.
VIDEO Spostamento minimo


“Frammenti di linguaggio ed arabeschi sonori che hanno il pregio di farci partecipare intuitivamente alla sintonia della finezza, della bellezza sul filo dell’anima».

dalla presentazione di PierAngelo Sequeri