Suoni e storie alle fontane @lab

Narrare Villa Lagarina – suoni e storie alle fontane

Progetto e laboratorio didattico a cura di Sara Maino e Davide Ondertoller

37800957185_8c37a23615_o.jpg

Ricerca e laboratorio svolti in collaborazione con gli alunni, le alunne e le insegnanti delle classi IV A e IV B della Scuola Primaria “Paride Lodron” di Villa Lagarina

Con il sostegno del Comune di Villa Lagarina
coordinamento progetto a cura del Consigliere delegato Jacopo Cont

Comunicato stampa L.N. 29/11/2017:

“L’acqua, le fontane e il dialogo tra generazioni sono gli elementi cardine di “Narrare Villa Lagarina”: iniziativa rivolta a due classi quarte delle scuole elementari e promossa dal Comune in collaborazione con l’associazione culturale Portobeseno. L’idea è portare i bambini a conoscere le storie del territorio, ascoltandole dalla voce di chi, qui, vive da prima di loro, proprio come avviene in famiglia quando i nipoti chiedono ai nonni di raccontare la propria infanzia. Per il consigliere delegato alle politiche giovanili, Jacopo Cont: «Il progetto punta a far uscire i ragazzi dalla scuola e far loro conoscere la realtà che hanno intorno, metterli in relazione e creare interscambio generazionale in modo che la memoria non vada persa; questo tipo di dialogo fa bene a tutte le generazioni, tanto che uno degli anziani che abbiamo coinvolto è venuto a ringraziarci più volte per l’esperienza. Tutto questo crea una comunità più solida, più viva e in questa direzione lavoriamo a livello di politiche giovanili; vogliamo mettere assieme giovani e territorio, giovani e comunità, far lavorare i giovani per i giovani»

Il laboratorio è stato pensato e attivato da Portobeseno, che ha una lunga esperienza specifica, avendo promosso progetti analoghi in altri comuni dell’Alta Vallagarina. In particolare, a guidare le attività sono stati Davide Ondertoller e Sara Maino. «Il lavoro che facciamo con Sara dura ormai da quasi 10 anni – spiega Davide -. Proponiamo un approccio alla comunità che è essenzialmente di ascolto: invitiamo gli allievi a usare un’attrezzatura molto semplice come il registratore audio e li incoraggiamo a “pensare con le orecchie”, a cogliere una narrazione della comunità che avviene attraverso i suoni ambientali e soprattutto attraverso il racconto delle persone anziane, della loro biografia che è legata a specifici luoghi. La comunità, dunque, esiste quando comunica. Vero e proprio timbro di fabbrica di Portobeseno è anche quello di creare uno stretto legame tra la memoria umana e gli archivi digitali». Tutti i progetti sono infatti pubblicati sui canali Flickr e Youtube e ovviamente su http://www.portobeseno.it/blog/.”

img_1005-e1511979133896.jpg

Annunci

La montagna dal cuore di perla

cop_inv

Venerdì 21 marzo 2014, ore 20.30
Palazzo Libera, Villa Lagarina (TN)

Presentazione a più voci e linguaggi
di e con

Marco Lando
Sara Maino
Michelangelo Spagnolli

Elisa Da Costa, attrice
Matteo Franchini, chitarra classica

fotografie di
Fornasa, Longo, Maino, Spagnolli

“La montagna dal cuore di perla” raccoglie il senso ed il testo di tre eventi organizzati dagli autori nel Comune di Terragnolo nelle estati del 2012 e 2013. Oggetto e soggetto della serata e dei pomeriggi in natura trascorsi a Sega di Terragnolo, a Passo Borcola ed in cava “Val Giordano” sono le voci, i linguaggi ed i simboli che quei luoghi sanno trasmettere: acqua, passo e pietra attraverso i racconti di Spagnolli, la poesia di Lando e l’impianto scenico di Maino smuovono interiorità e relazione, visibilità di segni e capacità di memoria, freschezza di costruire cultura senza cadere in tradizionali “luoghi comuni”.